Nuovo Ospedale Dakar – Senegal

0134_ACCamera_01 800x450px

committente  ICP Senegal
titolo progetto  Nuovo Ospedale Dakar – Senegal
categoria lavori  -
tipologia incarico  progetto preliminare, definitivo, direzione artistica
fasi  5
anno di affidamento  2014
svolgimento  2014-2015
incarico concluso o in corso  in corso

Il progetto del nuovo ospedale di Dakar nasce con l’idea di creare uno spazio ospedaliero a misura d’uomo integrato con la natura ed il paesaggio. Gli impianti tradizionali generalmente sono costituiti da edifici compatti che si sviluppano in altezza. Tale scelta, pur essendo funzionale, da luogo alla formazione di spazi poco accoglienti per i pazienti e i visitatori in quanto l’ambiente viene percepito come freddo, artificiale.

Nel nuovo progetto è stata posta l’attenzione soprattutto nel creare uno spazio di dimensioni domestiche per i malati con l’intento di rendere il momento della cura il più possibile confortevole. Da qui la scelta di sviluppare i reparti degenze in edifici bassi e allungati, immersi nella vegetazione del parco dell’ospedale, in un complesso a bassa densità. Gli edifici destinati a servizi sono organizzati in modo da avere molti affacci verso l’esterno e le terrazze verdi ai piani mantengono costante il rapporto fra l’edificio la natura che non solo circonda l’ospedale ma entra al suo interno attraverso lo studio di tagli e strategiche aperture dei volumi.

Descrizione generale del Nuovo Ospedale e dell’area di progetto

0134_aggiornamento planimetria 08-01-2015_Page_1

L’area in cui sorgerà l’ospedale è lungo la strada N1 che connette il centro della città di Dakar con il nuovo aeroporto. L’area occupata dal complesso ospedaliero comprese le urbanizzazioni e il parco è di circa 11 ettari.

relazione A3 per bozza preliminare 06-10-2014.indd

La prima fascia in prossimità della strada sarà dedicata alla viabilità ed ai parcheggi, mentre gli edifici saranno collocati ad una distanza di circa 150 metri dalla N1. I primi due edifici saranno quelli destinati ai servizi, alla piastra tecnologica ed al pronto soccorso, ossia tutte quelle funzioni in cui di prevede un flusso di persone diurno molto consistente. Sul retro, immersi nella tranquillità del parco saranno invece collocati gli edifici per le degenze. Gli edifici saranno collegati da un corpo centrale in cui, oltre allo snodo dei percorsi che portano i diversi piani, saranno ospitate funzioni collaterali all’ospedale, come la sala conferenze ed una clinica agli ultimi due livelli. L’ospedale prevede un’ospitalità ospedaliera di 288 posti letto, e, in caso di emergenza, ampliabile fino a un massimo di 384 posti letto. La superficie totale del progetto sarà di circa 30.000 mq. Il complesso sarà formato da 6 edifici principali.

PRESENTAZIONE 18 SLIDE.indd

Accessibilità e spazi aperti

La viabilità principale sarà distribuita da una rotonda a raso dalla quale si dirameranno gli accessi differenziati per funzioni. Inoltre una strada circonderà l’intero perimetro dell’area d’intervento, rendendo accessibili dai mezzi in caso di necessità anche gli edifici immersi nel parco. Si intende conferire un carattere di qualità agli spazi destinati alla sosta, che saranno arricchiti dall’inserimento di vegetazione e alberi ad alto fusto che avranno l’importante funzione di ombreggiare e riparare il parcheggio dai raggi solari delle ore diurne. Il parcheggio sarà collegato all’ingresso principale dell’ospedale da una pensilina che proteggerà i pedoni dal sole o dalla pioggia. Il parco avrà una parte più attrezzata in prossimità degli edifici ed una parte mantenuta più naturale verso il perimetro esterno.

relazione A3 per bozza preliminare 06-10-2014.indd

 distribuzione

Gli elementi generatori:

Materiali

Il programma funzionale è organizzato attraverso ripetizioni modulari, ma al tempo stesso richiede la massima flessibilità per costituire di volta in volta degli spazi consoni alle diverse destinazioni d’uso di ogni reparto. Si prevede una struttura in legno, realizzata con un sistema innovativo scatolare che permetterà di mantenere la modularità degli spazi. Anche per il rivestimento esterno il legno avrà un ruolo chiave, in quanto con esso sarà possibile realizzare gli elementi sporgenti di ombreggiamento previsti in facciata. Questi elementi frangisole, schermando il calore, permetteranno l’utilizzo di ampie vetrate, laddove previste, senza apportare calore all’interno degli edifici. Il legno sarà utilizzato anche per le coperture in quanto si prevedono degli sporti ombreggianti, per i quali sarà necessario costruire delle strutture leggere e indipendenti che a loro volta ospiteranno gli impianti fotovoltaici.

0134_ACCamera_20rit MOD

Natura

Il parco che circonderà gli edifici, sarà piantumato con specie autoctone e tipiche della zona. In esso si snoderanno dei percorsi per le passeggiate dei degenti e dei visitatori che potranno camminare in mezzo agli alberi e fino a raggiungere lo specchio d’acqua che lambisce il parco.

0134_ACCamera_03 800x600px

Energia

La città di Dakar ha un clima tropicale con temperature molto calde ed un alto tasso di umidità per buona parte dell’anno, ragion per cui nel bilancio energetico dell’edificio, la difesa ed il contenimento delle alte temperature ha un peso significativo. Per ridurre al massimo l’utilizzo di energia per il raffrescamento, si prevede un’attenta progettazione dei materiali e dell’involucro esterno. La principale scelta tecnologica è stata quella di prevedere un ampio tetto distaccato di circa 3 metri dall’ultimo solaio di copertura in modo da ottenere un’ampia superficie ombreggiata e garantire una importante ventilazione naturale degli edifici. L’utilizzo di frangisole sulle facciate, di pareti ventilate, di isolamenti con alta inerzia termica e l’ombreggiamento naturale dato dalla vegetazione del parco impedirà il surriscaldamento degli ambienti. Parte dell’energia necessaria al funzionamento degli impianti sarà ottenuta dall’installazione di impianti che forniscono energia pulita, come ad esempio il fotovoltaico, riducendo al minimo l’utilizzo di fonti di energia non rinnovabili ed i conseguenti fattori inquinanti.

0134_ACCamera_04 800x450px